Il dolore

Ho aperto il cassetto dei ricordi

e dentro vi ho trovato cristalli di lacrime

allora ho richiuso il cassetto

ma oltre le lacrime ho liberato

qualcosa che nessuno vede ma chi soffre sente.

L’avevo chiuso in quell’angolo buio della mia vita

l’avevo nascosto alla mia memoria

avevo cercato di dimenticarlo

ho anche provato a rimuoverlo

inutile era più forte di tutto e tutti

ora è il padrone della mia anima.

Libero, scorazza, vola … carezza

ma poi ti strizza sempre più forte

attende un gemito, un lamento, un urlo lacerante

ma nulla accade perché nulla c’è più.

Lo scrigno dei sentimenti

non è più padrone di se stesso

il dittatore ormai è lui

il dolore.

© Copyright 2011 Raffaele Spera. All rights reserved.

Annunci
Published in: on 28 ottobre 2011 at 22:32  Comments (7)  

Solo

Vago solitario per una strada deserta

alla ricerca di parte della mia vita

 dispersa come cenere, dal vento del passato.

Io seguo un gabbiano che vola verso il mare della libertà

verso un sogno che verrà

dove il credo del passato sarà il mio presente irrealizzabile.

Io voglio vivere un sogno nella mia realtà

voglio giocare con i miei sogni

voglio dipingere la tristezza

voglio conoscere la parte più profonda della mia anima

dove nasce il dolore che mi sta stritolando

uccidendo in me, lentamente, la voglia di reagire.

Ho combattuto per la verità in cui ho creduto

per i sentimenti che difenderò sino allo stremo

Io non vesto maschere, non nascondo le mie emozioni

le vivo … anche se nel dolore peggiore

quello della mia anima .

Lei non sospira, non parla, non freme

narra in un lungo silenzio

Il dialogo più intenso che lei sola sa dare

il significato della parola “amare”

ora che sono tristemente con la mia scelta,

lascio libero il dolore di rincorrere la fievole speranza

che la pace eterna giunga a dare sollievo

alla mia anima che non sa darsi pena

per la scelta di restare solo.

Published in: on 4 ottobre 2011 at 15:25  Comments (9)  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: