Quel fiore … tu!

Quando un sogno, diventa reale,

è giunto il momento di verificare,

cosa racconta la tua vita,

e cosa desidera la tua anima.

Un cielo può sembrare infinito,

una stella, un punto lontano indefinito,

cui noi diamo un nome, un significato,

 per dare, una risposta ai nostri perché.

L’errore è questo, cercare di dare

una risposta a tutto e non godere l’istante.

Spesso la vita è una pausa nella realtà,

o forse è solo un attimo,

della tanto desiderata serenità,

e chi è agonizzante sulla sponda dell’illusione,

spesso non riconosce, che quello attimo

non è ne un sogno, ne un intenzione,

ma una favola reale, dove ogni cosa,

non è che l’estasi desiderata.

Il colore dei tuoi occhi,

incorniciano il significato delle tue parole,

che sono luce di vita, per la mia anima.

A volte le parole hanno un senso,

per altri … un doppio senso, ma per me

hanno un significato particolare,

cui non a tutti è dato leggere e capire,

che oltre le parole c’è un mondo,

fatto di luce e suoni.

Vorrei conoscere questo mondo,

senza darmi risposte che mi analizzerebbero

la realtà, portandoti via per metà.

Io non desidero cogliere quel fiore, ma carezzarlo

io non desidero arrecare alcun dolore,

ma solo vivere attimi, di puro amore

insieme a chi mi ha illuminato

la mia anima di vita, ma solo se … lei lo vorrà.

A chi mi ha regalato il colore

della sensualità, insito nel suo

 dolcissimo sorriso, in cui amerei

 perdermi per un attimo,

 a frugare gli umori dell’amore.

La mie mani, saranno le mie labbra,

e quel fiore … tu!

 © Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Annunci
Published in: on 29 agosto 2012 at 08:03  Comments (5)  
Tags: , , , , , , , , ,

Un’anima serena.

Una strana magia mi avvolge,

facendo di me un pensiero

che libero e fluttuante vaga,

per la tua mente …

non a rubare ma a frugare

fra i tuoi pensieri,

per scoprire se nelle ceneri dei ricordi,

qualcosa di un sentimento

che ha fatto gioco di se,

le nostre anime e i nostri corpi

che armonicamente hanno,

impetuosi e incestuosi, danzato

l’antica danza dell’amore.

Ora viviamo di quegli attimi,

 lasciati nei meandri del tempo,

sebbene le dolci ferite,

restano ancora aperte.

Vi sono sogni che muoiono

all’alba di un nuovo giorno,

mentre  altri restano in trepida attesa

ma non di rivivere il vissuto,

giammai ci è dato,

ma di vivere un nuovo amore,

non sulle ceneri del passato,

non ha funzionato

 l’alchimia delle nostre anime allora,

non funzionerà oggi.

Dannarsi, struggersi del proprio vissuto

non aiuta a superarlo,

condannandoci all’eterna inquietudine,

ricercare l’essenza della vita,

in un’anima che sappia vivere,

gli attimi sottratti al tempo,

come estasi del momento,

senza angosce e preoccupazioni,

di quel che potrà domani sorgere,

senza un’eterna indecisione,

sulle scelte attuali o future,

senza preoccuparsi di chi ignora,

per scelta o per inettitudine,

la fortuna che ha nell’avere

accanto a se, una persona dotata,

di una simile espressività interiore.

Amare è un verbo non facile da capire,

da chi confonde i sentimenti,

senza capire che l’amore

 non nasce dove muore,

ma vive nell’animo di chi,

 ha il piacere di dare, senza chiedere,

se non una carezza, un sorriso,

una tenerezza, un effusione

una qualsiasi espressione

che dona tanto piacere a chi la da

e tanta serenità a chi la riceve.

L’amore è l’espressione più sincera,

 di un’anima serena.

 © Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Il valore della parola … amore.

Vorrei un angolo, dove rilasciare

i miei pensieri, i miei dolori,

una parte di una vita,

inutilmente  spesa,

 a cercare, di riuscire a superare

l’amarezza che ti stringe a se,

ogni volta che apro gli occhi e penso a me.

Vivo per una serenità che riesco a regalare,

a chi non sa amare, a chi non sa capire,

il valore di un sentimento,

che non va confuso, con un banale godimento.

Amare … amare … amare …

questo è l’unico verbo che so coniugare.

Amo la vita, amo la serenità che desidero,

amo la lealtà, la sincerità, i sentimenti.

Amo l’impossibile, illudendomi

che tutto sia ancora possibile.

Nessuno arresterà mai,

 la mia voglia di amare e dare,

perché la mia vita è l’essenza

del crescere, accanto a chi, mi dice si

ma non per una sera o una notte,

non per un tempo o per l’infinito

solo chi di me ha capito,

il valore di un sentimento amaro ma vero,

che amo regalare a chi sa capire

il valore della parola … amore.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 19 agosto 2012 at 08:44  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , ,

Come il desiderio di un sentimento chiede.

Un’altra alba è passata,

un’altra giornata è iniziata,

ancora qualcosa da ricordare

e altro da dimenticare.

La vita ha tante strade

ma non sempre scegliamo quella giusta,

spesso crediamo alla serenità del lecito,

per non rifugiarci nel clandestino,

dichiarato illecito, da chi recita la sua parte

nel teatro del suo tempo.

Gli autori ne sono spesso attori

e la trama è quella di sempre,

amarezza senza alcuna tenerezza.

Rifugiamo  il nostro desiderio d’amore, sui figli

ma restiamo vittime di noi stessi,

quando chiudiamo la nostra anima

a chi bussa  per amore non vissuto

e non per regalarci dolore

ma solo una splendida oasi

dove vivere un angolo  della nostra vita,

come il desiderio di un sentimento chiede.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 17 agosto 2012 at 12:13  Comments (5)  
Tags: , , , , , ,

Colui che non ha età.

Un’onda dopo l’altra,

deposita i suoi pensieri ,

sulla riva della mia anima,

mentre osserva la mia vita

che va alla deriva.

L’anima l’ha abbandonata

 è stanca di correre dietro di lei,

 stanca di ripeterle …

cerca intorno a te,

vi sono tante immagini

che vivrebbero per te

e con te, la tua realtà.

Vi sono troppe lacrime, nel suo vissuto,

da chi non ha compreso,

non ha amato, con la giusta intensità

e l’ha condannato alla sua verità.

L’anima non accetta la viltà,

di chi professa amore,

senza conoscerne il valore,

di chi parla di pentimento,

senza sapere cosa sia il sentimento,

 di chi  sorride compiacendosi

della sofferenza, alla luce della  arroganza

mentre non nota ciò che in lei cresce

e a dispetto delle sue attese

darà luogo alla sua verità.

L’amore è il figlio del sentimento …

colui che non ha età.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

L’unica realtà della nostra vita.

Credo di essere giunto alla fine,

di un viaggio che mi ha portato lontano,

oltre la conoscenza dell’anima umana,

la cui scoperta, ha sconvolto la mia.

Un granello di sabbia ha forse un senso,

quando in balia del vento

viene trascinato sempre più lontano,

da un deserto di fuoco all’altro.

Ha forse un senso …

la sofferenza della mia anima,

calpestata e umiliata, nella sua dignità,

da chi non sa che quello che da me riceve,

è solo un granello della verità,

mentre la  mia reale sofferenza

è  più preponderante che lacerante.

Vorrei credere che questo è solo un attimo,

e fra un istante aprirò gli occhi,

realizzando che il tutto è un sogno,

la mia sofferenza, le mie scelte, la mia realtà.

 Le illusioni sono come i sogni,

vivono una parte del tempo che ci appartiene,

mentre l’altra intensa, la raccolgono,

senza chiedere nulla, dei mille perché

che ogni cosa attanaglia.

Vorrei credere alle parole che raccolgo,

da chi mi si rivolge,

dettandomi le sue scelte, le sue angosce,

senza aprirsi alla sua verità,

celando il tutto, dietro la sua immagine,

nascondendo a se stessa ,

quello che più teme possa accadere.

A nulla può il volere se un sentimento,

che spinge la nostra vita verso la serenità,

quando manca Il coraggio di vivere la realtà,

che fa paura quanto la verità,

si preferisce adagiarsi nella banalità,

di un concetto, di un valore

che non più non si ha, per non accettare

la verità  amara quanto dura.

La scelta è una, le domande due

ma il coraggio manca e mai a nulla si appurerà,

se vivere, oppure esistere …

alla fine decido io del mio Se.

Nessuno ha il coraggio di amare per amore,

incurante del dolore, della paura,

del colore che assumerà la sua vita,

che perderà i toni sinuosi, falsi, ipocriti di sempre

per vivere, lontano dagli occhi indiscreti

quello in cui crede.

Amare solo se c’è amore, nessun obbligo,

a chi non ha calore e amore da donare.

Vive chi accetta che l’amore sia …

  l’unica realtà della nostra vita.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 5 agosto 2012 at 15:38  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

L’attesa di una risposta ai suoi perché.

Un vagito rompe il  silenzio,

che per lungo tempo l’aveva accompagnato,

quella luce così intensa,

ferisce delicatamente i suoi occhi,

mentre una strana forza lo stringe,

lo estrae dal tunnel,

buio da un lato e luce dall’altro,

lo solleva e lui piange …

ha conosciuto la paura.

Piange per il distacco, da chi lo ha cullato,

nutrito, carezzato, riscaldato, coccolato

per un tempo che non ha ancora conosciuto.

Il suo pianto scompare, quando il suo olfatto,

riconosce un odore a lui noto,

e un calore che gli carezza la pelle,

si stringe avidamente a quella realtà

ma le sue mani sono piccole

 per afferrare la verità, che ancora non conosce,

ma che si sta materializzando dentro di se.

Inizia la conoscenza della parte più brutta della vita

l’attesa di una risposta ai suoi perché.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 2 agosto 2012 at 12:04  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: