Ti amo sino ai limiti del tempo

13885716

 

Nulla accade,

se uno dei due non vuole,

il desiderio di amare,

nasce dal piacere di donare,

all’altrui un attimo di serenità,

una parentesi fuori dal tempo,

dove spogli della realtà,

ci si dona all’altrui voluttà,

per il piacere di condividere,

un sentimento che nessuno potrà,

mai far suo a metà.

Lascia sulla riva del passato,

le spoglie grigie della tua esistenza,

mentre ti lasci carezzare,

dalle mie mani,

che come il mare scivolano,

fra le tue pieghe,

che solo adesso,

respirano la verità ….

quella di vivere l’amore,

 senza alcuna proibizione,

senza alcuna costrizione,

perché questo sentimento,

non conosce il pentimento.

Sei distesa libera dall’attesa,

sulla riva che divide,

la fantasia dalla realtà,

socchiudi gli occhi ed attendi,

che le labbra mia,

sfiorino la pelle tua.

mentre io, come l’acqua del mare,

 scivolo lentamente su di te,

coprendoti di dolci carezze,

che generano generose sensazioni,

non futili perversioni,

che spariranno dopo l’amplesso,

e di loro ci sarà solo un vago ricordo,

perché chi vive alla ricerca del piacere,

non può conoscere e capire,

il dolcissimo significato,

 della parola amare.

Vivere senza conoscere rende felice,

chi fa del sesso la sua ragione,

ma distrugge chi fa dell’amore,

il suo essere.

Io sono il tuo amare,

che vuole scivolare,

 in ogni tuo angolo proibito,

dove mai si esprime la parola … ho finito.

Tu non sei un oggetto,

ma il senso puro dell’amore,

che voglio vivere,

attimo dopo attimo,

senza correre …

amare non è una gara verso il piacere,

ma una comunione di corpi,

dove le membra si fondono,

gemendo, sospirando e sussurrandoci …

ti amo sino ai limiti del tempo.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Annunci

La solitudine uccide silenziosamente

493658166

Rifiuto il passato,

che nulla mi ha donato,

se non sofferenza e sacrifici,

nel nome di persone,

che di me non hanno ragione.

Nascere e morire,

è il senso di ogni vita,

che in questi due momenti,

lascia il segno della sua presenza,

ai presenti attenti ad ogni osservazione,

che soddisfano il proprio ego,

trasformando il presente,

a loro piacimento.

Tu sei una stella in un cielo buio,

che mi ha donato,

un raggio di sole,

 con il sapore perduto,

dei valori immaginati,

 ma mai trovati,

in questo mondo dove ogni cosa,

ha perso il contatto,

che le è dovuto,

vissuto all’idea che il lasciato,

è ormai perduto,

e giacché nulla cambia,

ma tutto muta e si trasforma,

ho giurato di non mutare.

Chi non crede che vivere è amare,

lasci la mia strada,

mi lasci scendere,

nell’abisso in cui sono caduto,

la verità ha un prezzo troppo alto,

che pago senza remore,

vivendo con il mio dolore interiore,

lasciandomi scivolare,

verso la fine di questo baratro,

dove il silenzio sarà il mio mondo,

la pace la mia oasi perenne,

combattere si può,

ma non ho armi per capire,

che è si vero che …

amare è più difficile di odiare,

ma la solitudine uccide silenziosamente.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Mi negherà la tua lealtà

kobieta-w-wodzie,-plywanie-188289

Respiro la tua aria,

vivo delle tue parole,

mentre ora …

 il silenzio mi uccide,

la tua assenza mi stravolge,

il tutto sconvolge la mia vita,

tenuta sospesa dal filo dell’attesa.

Un fiore non regge i colori,

in assenza di un raggio di sole,

il buio opprime la speranza,

voglio vivere di te con te,

per dare colore alla mia primavera,

calore alla mia anima,

vita alla mia vita,

da troppo tempo informe,

senza il suo scultore,

amante dei miei desideri,

custode dei nostri sentimenti.

Vivere l’attesa,

è il dramma della sofferenza,

dove ogni assenza,

dimostra l’importanza,

della tua presenza.

Vivere senza averti accanto,

sognarti senza possederti,

è una condanna,

 per chi sa amarti,

solo nella sua totalità.

Voglio aspettare l’alba,

voglio stringere i tuoi ricordi,

ad ogni tramonto,

 di un mio pensiero,

perché vivere,

 è l’essenza del mio domani,

quando non ci saranno albe e tramonti,

a scandire il tempo,

che nessun peso mai avrà,

se questa vita,

mi negherà la tua lealtà.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

La sua identità

5.frasinascita.600x400

Sospeso, come una piuma,

in balia del vento,

mentre un sottile legame,

ancora ci unisce alla vita,

questa l’immagine indefinita,

di quello che viviamo,

nel nostro mondo,

lontano dai sogni e dalla realtà.

Siamo nati senza viltà,

legati alla vita attraverso un cordone …

ci ha nutrito e carezzato,

una sorta di protezione,

avvolti da un tiepido calore,

dove navigavano i nostri umori.

La vita ci ha spinto nella vita,

la luce ha violato,

le nostre tenebre,

ormai soli ed in balia del tempo,

scandivamo i nostri passi,

tra un vagito ed un godimento.

Una sorta di forza ci spinto lontano,

 ma solo per un attimo,

il profumo di lei,

la nostra prima carezza,

dalle sue mani,

poi il sapore del suo calore,

hanno invaso la nostra bocca,

saziando il nostro dolore,

con il piacere di un gusto,

 mai conosciuto ma riconosciuto,

dalla vita che ci ha separato,

 da un grembo morbido,

e privo di tormento,

in un mondo nuovo,

dove se non chiedi non hai,

se non conquisti fai parte,

di coloro che appartengono,

al passato cui restano legati,

perché chi non ha,

 il coraggio delle sue scelte,

non miete vittime,

è vittima di se stesso,

delle sue paure, delle sue angosce,

delle sue incertezze.

La vita appartiene a chi non gioca,

con i sentimenti altrui,

ma combatte per la sua identità.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: