Tu sei tutto quello che non è reale.

 

Tu sei la dispensa piena,

la tavola imbandita, la ricca cantina

la frutta candita.

Tu sei l’universo infinito,

la speranza perduta e poi ritrovata,

la parte dolce della vita.

Tu sei la scodella di latte

il biscotto fragrante,

la telefonata amica

il sussurro dell’amante.

Tu sei la vita

il tempo perduto

sei il vissuto

che non ho mai avuto.

Sei l’onda che carezza la sabbia,

la strada che accompagna il passante

l’olio che condona il peccato

la pace che sconfigge la rabbia.

Sei l’infinito oltre l’orizzonte

la porta di accesso oltre il limite,

la scelta difficile

l’impossibile che sa diventare reale.

Sei la voce che udivo di notte

tra lenzuola sudate e preghiere,

sei la luce che abbaglia il mio sguardo

la purezza che arriva in ritardo.

Tu sei la luna nel pozzo

un sogno infranto

un desiderio mai vissuto

l’aurora equatoriale.

Sei il castello di carte che aspetta l’uragano,

il giocattolo rotto che chiede attenzione

il vagone arrugginito di fronte la stazione

la richiesta d’aiuto urlata da lontano.

Tu sei il bisogno di evasione

la libertà di scelta

il sentimento desiderato

la voce di un’anima che grida il mio nome.

Tu sei tutto quello che non è reale.

 

© Copyright 2019 Raffaele Spera. Annamaria Pollina. All rights reserved.

 

Annunci

Lasciami andare

Ti ho stretto le mani e chiesto perdono,

nessuna colpa era stata commessa

solo accuse date con fermezza,

mi sono scusato per un danno arrecato,

niente era stato fatto e voluto

ma tutto era stato affermato.

L’innocenza è stata scherno comune,

un colibrì senza fiori muore

così senza fiducia l’amore,

tu mi hai stritolato l’anima

 e senza parlare

 mi hai detto …

se tu vivi per me

lasciami andare.

Ho chiuso il mio amore nei ricordi del cassetto

per dimostrarti il mio rispetto.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Mai dire è finita

Ho scelto il silenzio,
padrone assoluto dei miei dialoghi infiniti
in cui la mia anima si esprime
quando ti ammiro
e raccolgo ogni tuo sospiro.
Immagine sfumata senza limiti
perché non voglio elevarti
ad un rango suadente.
Tu sei una realtà onnipresente
quando raccolgo i tuoi umori
in un vortice di passioni.
Tu sei l’unica verità della mia vita
vissuta senza mai dire è finita.
Copyright 2018 Raffaele Spera All Rights reserved

Amare senza chiedere

Ascoltami senza interrompermi

non mi è facile parlare,

di sogni mai realizzati, infranti e mai vissuti,

ma devo farlo a me stesso,

oggi è il giorno della svolta

basta guardare ciò che è stato

da oggi si cambia orizzonte.

Ogni attimo lo perdo sulla decisione

più importante della mia vita,

chiedo a me stesso, cosa aspetti

e non ricevo risposta

se non la morsa della mia sofferenza che stringe

quello che resta di un’anima dilaniata

da chi non ha capito

che il cardine della vita è

amare senza chiedere.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

Confessare la verità

Se hai voglia di parlarmi

ti ascolto,

se hai voglia di vedermi

ti aspetto,

se hai bisogno di un abbraccio

ti offro le mie braccia,

se hai bisogno di silenzio

ti offro la mia anima.

Ogni giorno nasce un ponte

tra il passato ed il futuro,

ognuno è libero attraversarlo,

il presente è l’immagine inesistente

che raccoglie e mai dona,

chi usa il coraggio apprende

chi si nasconde

difende se stesso dal suo ego

ma confonde

un sogno con la sua fantasia

senza il bisogno

di raccogliere dalla sua vita

l’offerta che vede

perché la sua presunzione

supera ogni azione.

Viaggiare con il pensiero

è il modo migliore

per ampliare i limiti della propria mente.

Scivolare nell’apatia

è il rifugio dell’intelletto

che cerca risposte

che mai avrà

se non il silenzio di chi non vuole

confessare la verità.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Abbiamo una sola possibilità per conoscere la felicità

Cammino sfiorando le nuvole

con i miei pensieri,

volo oltre il mio Io

alla ricerca profonda di me.

Tappa dopo tappa m’interrogo

su quanto ho già vissuto

raccolgo quello che resta del mio Se,

ancora pulsa e vibra

ancora si emoziona ad ogni visione,

lui non si pone domande

vive l’istante,

terso, ombrato, incupito,

non importa, lui vive della vita.

Meglio non porsi domande,

giusto è credere in ideali,

senza la ricerca di conferma.

Apriamo la nostra anima,

scopriamo cosa pulsa oltre il nostro cuore

non confondiamo l’amore con il piacere,

la vita è un essenza che si dimentica con l’assenza,

viviamo di quello che incontriamo,

oltre ogni montagna c’è un mondo

oltre il mare una nuova terra

ma la nostra vita resta una sola

valida per un tempo

oltre non ci saranno che i nostri ricordi

vissuti da chi ci ha amato e capiti.

Restami accanto e non temere

il difficile è quotidiano,

il godere è effimero,

l’ardore dura una manciata di secondi,

tutto quello che si prova si rinnova.

Vivilo ogni volta come la prima

e capirai il senso di un inutile domanda

non cercare certezze

unica è sola è sempre la stessa.

Abbiamo una sola possibilità per conoscere la felicità.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Fino a restare vittima del pentimento

Io non ti vedo, non ti sento

eppure ti leggo dentro di te

non credere sia facile per me,

vago negli anfratti della tua anima,

alla ricerca di parole sopite

ma conservate nel tuo tepore

perché la vita ci ha negato d’amare

ma mai l’amore.

Io rifiuto di credere

 che il nulla sia sorto attorno a me

eppure non vedo che te

ma ogni abbraccio genera vento.

Sei tutto e nulla

sei mia nella mia fantasia

assente nella mia realtà

un dramma senza età.

La vita non mi ha dato tanto

ma con te mi ha privato di quanto

ho sempre desiderato e mai avuto.

Corri da me non temere,

amare si, può far molto male

ma senza questo sentimento

che senso può avere il vivere

se non un continuo diniego

fino a restare vittima del pentimento.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Vivimi con te

 

 

 

Regalami la vita,

basta un tuo sorriso,

guardami, stringimi,

abbracciami, baciami,

fa tuo il mio silenzio.

Ascolta la luna,

ti narra una storia,

vera e reale,

parla di un uomo infelice,

che vive senza sogni,

un essere fiero che tace,

perché raccontare del suo dolore,

non gli si addice.

Fai tua la sua anima,

e la sua forza che ammira.

Cosa c’è nel vuoto di un perché,

se non un silenzio senza domande,

amo le tue labbra,

nuvole di vapore,

colorate dal sapore dell’amore,

vissuto ogni volta,

che mi fai dono di un tuo bacio.

Vivimi senza sognare,

io conosco l’altare di un sogno,

aiutami a credere ancora nell’amore,

creato dai sentimenti,

dove ogni cosa,

non è data dal tempo,

dove gli attimi sono visioni.

Vivimi con te!

 

Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved.

La sua anima gli svelerà

maria-saggese__evanescenza_g

La magia del tempo,

pervade i sensi della vita,

ogni strada ha il suo senso,

ogni atto il suo consenso.

Vivere senza chiedersi,

ascoltando il bene più prezioso,

che ognuno ha di se.

Uno specchio riflette senza pensare,

noi umani che abbiamo,

 il senso dell’amore,

crediamo in ciò che vogliamo,

sarà il segreto che unirà,

l’impossibile alla realtà.

Immaginatevi in balia dei sensi,

quando già lo siamo nei tempi,

considerate le aspirazioni,

lo scopo delle vostre azioni,

comprenderete quanto sia difficile credere,

 in ciò che non vi appare,

un immagine reale.

Si narra di Narciso,

che per la sua vanità,

la sua vita ha reciso,

si ascoltano le parole, i suoni,

ma la ascoltiamo chi,

sa sussurrarci e descriverci,

il valore dei sentimenti,

senza pensare ai pentimenti.

La vita è una breve parentesi,

in cui ogni catechesi,

ha una sua affermazione.

Lasciamo andare i rancori,

figli delle insulse reazioni,

perdonare non è amare,

dimenticare non è vivere,

ognuno segua la sua parola,

che solo la sua anima gli svelerà.

 

 

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Supera il perduto

los-mecanismos-de-adaptacion 

Vado via, scelgo una strada,

che dia un senso alla mia vita,

prima che la scelta sia finita,

non ho rimpianti del perduto,

se non per i germogli lasciati.

Voglio credere che quello che resta,

del mio residuo tempo,

sia tutto da vivere.

Ho diritto ad una nuova occasione,

tradito nei sentimenti,

violato nella sua anima,

offeso nella morale,

 vago senza luce nel buio,

seguo, come sempre,

 la luce dei miei sentimenti,

 sbiaditi ma non avviliti,

si combatte per vivere,

non si giace per sopravvivere.

La realtà è l’immane verità,

contro cui cozza ogni falsità.

La mia vita ama la sensualità,

espressa da poche, nelle parole,

nei gesti e nell’intimità,

dove ha libero spazio la voluttà.

Nessuna fragranza ha la sua essenza,

nessun desiderio, appaga,

chi ama senza pudori,

perché basta la semplicità,

dell’esser sinceri,

 a dare un senso ad ogni storia.

La vita è fatta dal passato,

ma va vissuta nel presente,

senza considerare,

le lacrime amare,

consegnate al mare,

perché la bellezza del vissuto,

supera il perduto.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: