La tua vita alla mia

Il tempo mi ha trasformato,

la tua vivacità contagiato,

sentirti vivere e crescere in me

è stata la consacrazione

della mia adorazione.

Nove mesi di attesa,

hanno maturato

la mia rinascita,

il tuo primo vagito

mi ha realizzato mamma,

ma quando ti ho avuto

tra le mie braccia,

avidamente e ansimante

hai cercato le mie mammelle,

per darmi il tuo primo bacio.

Amore la mia prima parola,

sentire il mio nutrimento

fluire nella tua bocca,

mentre le tue dolci labbra

succhiavano generosamente

dal mio capezzolo,

mi ha donato un immenso piacere,

espressione dell’amore

che giorno dopo giorno

univa la tua vita alla mia.

 

Copyright 2018 Raffaele Spera All Rights reserved

 

Annunci

Mi negherà la tua lealtà

kobieta-w-wodzie,-plywanie-188289

Respiro la tua aria,

vivo delle tue parole,

mentre ora …

 il silenzio mi uccide,

la tua assenza mi stravolge,

il tutto sconvolge la mia vita,

tenuta sospesa dal filo dell’attesa.

Un fiore non regge i colori,

in assenza di un raggio di sole,

il buio opprime la speranza,

voglio vivere di te con te,

per dare colore alla mia primavera,

calore alla mia anima,

vita alla mia vita,

da troppo tempo informe,

senza il suo scultore,

amante dei miei desideri,

custode dei nostri sentimenti.

Vivere l’attesa,

è il dramma della sofferenza,

dove ogni assenza,

dimostra l’importanza,

della tua presenza.

Vivere senza averti accanto,

sognarti senza possederti,

è una condanna,

 per chi sa amarti,

solo nella sua totalità.

Voglio aspettare l’alba,

voglio stringere i tuoi ricordi,

ad ogni tramonto,

 di un mio pensiero,

perché vivere,

 è l’essenza del mio domani,

quando non ci saranno albe e tramonti,

a scandire il tempo,

che nessun peso mai avrà,

se questa vita,

mi negherà la tua lealtà.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Capriccio del momento.

tumblr_kuuqktEWQ91qzjc1ro1_500

Se per una notte ti chiedo,

non lascarmi andare,

non mentire a te stessa,

stringimi forte a te,

lascia che i miei occhi,

incontrino i tuoi,

lascia che le mie labbra,

sfiorino le tue,

lascia che il piacere,

sia sovrano per una notte,

e non despote dell’attesa,

perché vivere di rimpianti,

governa male i sentimenti,

lasciandoci  sbagliare,

alla ricerca di un mare,

che non sia fatto dalle lacrime,

dei sogni perduti,

o degli amori mai vissuti,

noi vogliamo bagnarci,

e non disperarci,

in un mare d’amore, gioia e piacere,

per ridare un senso alla nostra vita,

distrutta dalla realtà,

di chi non ci ha mai capito,

ma solo usato,

per governare la propria volontà.

Lascia che sia l’amore,

a guidare le nostre carezze,

che sia l’artefice delle nostre tenerezze,

lascia che sia lui,

a sciogliere le nostre paure,

che ci legano alla distanza,

con troppa riluttanza.

Lasciati andare e non cercare di capire,

l’amore non ha memoria,

di quello mai goduto,

è un sentimento perduto,

nella civiltà di oggi,

decantato e osannato nel passato,

oggi è solo usato,

da chi vorrebbe confondere,

amare con amore,

senza conoscere i dettami del piacere,

nati da un sentimento,

e non dal capriccio del momento.

© Copyright 2015 Raffaele Spera. All rights reserved.

Vorrei ma non posso …

Ascoltavo la nostra musica

e le luci dal cielo,

sono scivolate nei miei occhi,

troppo piccoli per trattenerle,

non abbastanza grandi da confinarle.

Ho scelto la strada del non ritorno,

quella della sofferenza interiore …

ho scelto di amarti in silenzio.

Amore senza futuro ma vero!

Dove le parole sono sostituite,

dalla dolcezza di uno sguardo,

dal piacere di un contatto fugace,

dal dolore di una lunga, inutile attesa.

Ho scelto io, di vivere quest’emozione,

a te, non chiedo nulla . . . dai già tanto!

© Copyright 2011 Raffaele Spera. All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: