Poesia tua

Voglio lasciar vagare la mente

ingannare i miei pensieri

dimenticare il mio dolore,

così raggiungerò la pace

dove ogni senso tace

e avrò realizzato che per vivere

bisogna abbandonare il passato,

per gustare il presente.

Ascolto il tuo silenzioso dolore

mentre mi leggi sento l’odore

della tua voce,

non scappare, non puoi,

non questa notte che so di seta e tu di follia.

Se solo tu potessi sentirmi,

se solo potessi averti,

tra le mie braccia per un attimo,

darei spazio alla mia follia d’amore

che nasce con te, vive di te e si nutre di te.

Chiudi gli occhi baciami

e nello stesso istante sorridimi.

Sono pronta a sorriderti,

sono pronta a mostrarmi, attraversarti, disegnarti.

Adesso dimentica il buio

perché le mie dita sanno di poesia

poesia tua.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. Annamaria Pollina. All rights reserved.

Annunci

Amandoti 

Ho inciso il tuo nome,

sulle ali del vento,

ho abbandonato il tuo corpo,

dopo averne gustato le fragranze,

ho immaginato la tua vita,

racchiusa in una parola,

ed è così che ho scoperto,

la verità sui sentimenti …

Amandoti!

 

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

 

Published in: on 17 giugno 2017 at 15:14  Comments (1)  
Tags: , , , , , , , , , ,

Il verbo amare

Ti guardo mentre mi osservi,

ti ammiro ad ogni respiro,

immagino di gustare,

il nettare proibito,

e nel mentre giaccio,

aspettando un tuo turbamento.

Io non ti conosco,

ma mi pregio di scoprirti,

mentre anche tu mi guardi,

giocando con i miei occhi,

cui sfuggi,

quando alzo lo sguardo.

Una corte lodevole,

vera, per nulla ingannevole,

pregna di semplicità,

Se vuoi conoscermi,

lasciami avvicinare,

insieme se vuoi,

coniughiamo il verbo amare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: