Il respiro in un bacio

Hai mai provato a carezzare le nuvole

o valicare i tuoi pensieri

superare la tua ombra,

puoi nascondere il dolore

velare un sorriso

ma non tacere all’amore.

Il tempo ci si illude d’ingannarlo

ma la vita non si può che viverla.

Arrendersi non significa

accettare la sconfitta

ma scegliere la trama da dare

a una storia senza finale.

Io voglio mi appartiene,

il difficile è esprimere

quello che nessuno vuole sentire.

Amare è un intreccio di sospiri,

di mani e corpi,

baci e abbracci … dolci, suadenti,

amare è condividere

il respiro in un bacio.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved

Annunci

Abbiamo una sola possibilità per conoscere la felicità

Cammino sfiorando le nuvole

con i miei pensieri,

volo oltre il mio Io

alla ricerca profonda di me.

Tappa dopo tappa m’interrogo

su quanto ho già vissuto

raccolgo quello che resta del mio Se,

ancora pulsa e vibra

ancora si emoziona ad ogni visione,

lui non si pone domande

vive l’istante,

terso, ombrato, incupito,

non importa, lui vive della vita.

Meglio non porsi domande,

giusto è credere in ideali,

senza la ricerca di conferma.

Apriamo la nostra anima,

scopriamo cosa pulsa oltre il nostro cuore

non confondiamo l’amore con il piacere,

la vita è un essenza che si dimentica con l’assenza,

viviamo di quello che incontriamo,

oltre ogni montagna c’è un mondo

oltre il mare una nuova terra

ma la nostra vita resta una sola

valida per un tempo

oltre non ci saranno che i nostri ricordi

vissuti da chi ci ha amato e capiti.

Restami accanto e non temere

il difficile è quotidiano,

il godere è effimero,

l’ardore dura una manciata di secondi,

tutto quello che si prova si rinnova.

Vivilo ogni volta come la prima

e capirai il senso di un inutile domanda

non cercare certezze

unica è sola è sempre la stessa.

Abbiamo una sola possibilità per conoscere la felicità.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Una donna ignota

 

Cosa so se volto non hai,

il solo suono della voce tua,

mi ha detto di te

senza rispondere ai miei perché.

Ero alla ricerca della mia identità

e mi fu difficile ignorare la tua apparizione,

un fulmine che appare nel cielo sereno,

in assenza di nuvole, di sole,

solo tenebre attorno a me

non un rumore dopo la tua esibizione,

solo silenzio e tanta luce attorno a me.

Una favola vive in te,

una bambina sfuggita alla sua vita

non accettava di essere reclusa,

usata ed abbandonata.

I bambini hanno la dolcezza, la purezza,

l’immagine interiore gioviale e sincera,

aperti al gioco, al sorriso

ma temono il dolore sia fisico che morale

non sono nati per soffrire

ma per amare ed essere amati.

Voce allegra di una timidezza effimera

come a tratteggiare un volto

che non ho il piacere d’immaginare.

Tu resti una bambina sincera

immagine arcana

di una donna ignota.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Vivi di te per te

Raccolgo le lacrime del cielo,

piccole gocce di rugiada,

ricche di vita,

liberate da contenitori bianchi,

sospinti dai venti,

ma ricchi di sentimenti.

Colorano la tua pelle,

libera da ogni indumento,

schiava della passione,

frutto di ogni tua azione.

Lasciati andare,

spesso per vivere,

 non bisogna pensare,

perché la ragione,

inibisce attraverso la considerazione.

Questo è la magia del momento,

in cui non esiste un tempo,

ma godi di assoluta libertà,

 lasciati plasmare,

dalle mie carezze,

ricche di nuove evasioni,

in ogni punto proibito,

che incrocerò con il mio dito.

Io sono la tua guida,

non il tuo fine …

vivi di te per te.

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

Il sapore della vita

11396954d66

Quanto vorrei,

abbandonarmi alla solitudine,

il passato insegna,

il presente disegna,

il futuro consegna.

Alzare barricate,

 non ci difende dall’emozioni,

chi è sensibile alle disdicevoli azioni,

soffrirà sempre,

perché non mente,

e paga per le altrui bugie.

Ho bisogno di aria libera,

sorrisi senza pianti,

di nuvole che scivolano,

sotto i mie pensieri,

lascio agli altri,

l’amarezza delle delusioni,

io non voglio vivere d’illusioni.

Il più bel sogno,

è quello che si realizzerà,

oltre ogni realtà,

abbandoniamoci,

 al piacere di osservare,

 senza desiderare,

scopriamo ogni velo,

che copre le nostre incertezze,

siamo nati liberi di vivere e scoprire,

nessuno deve costringerci,

a rincorrere le nostre ambizioni,

siamo i padroni del nostro futuro,

assertori del nostro io,

e mai schiavi del nostro ego.

Il prezzo della libertà,

ha il sapore della vita.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

Per combattere la propria identità

1165151462-SHORTBus2_capuano

I fogli di un libro,

si sfogliano lentamente,

e come i pensieri lasciano,

la nostra mente,

quando a guidarli,

non sono gli istinti,

ma le riflessioni,

di chi ha vissuto e perduto,

una parte di se,

lasciata sulla scia della vita.

Guardo le nuvole,

quando mutano in balia del vento,

le osservo e mi accorgo,

che siamo tutti figli  del cambiamento.

La natura ci concepisce,

quando ancor seme di germogli,

riposiamo in terra feconda,

in attesa dell’onda,

 che ci spingerà verso la luce.

La famiglia ci nutre e  cresce,

la vita ci accoglie,

il dolore ci scioglie,

la cultura ci ammonisce,

la realtà ci forgia.

Siamo figli della natura,

madre di ogni era,

dove la poesia vera,

racconta i sogni,

 le illusioni, le aspirazioni,

di chi crede che tutto,

 sia in suo possesso,

ma se credi in te,

puoi vincere anche il tuo Se.

Temi le concezioni,

ataviche e senza fondamento,

di chi narra di una nuova era,

dove gli interpreti,

sono volti noti,

mentre altro non sono,

che meschine giustificazioni,

per trascinarci nell’oblio delle allusioni,

dove le incertezze,

 sono vette definibili,

ed i concetti veri,

hanno un solo fondamento,

ci siamo plasmati ed adattati,

alla vita ed ai suoi mutamenti,

solo dopo aver accettato,

che si vive un giorno della vita,

ogni qual volta,

voliamo lontano dall’infinito,

dove sfumano i pensieri,

gli ardori ed i misteri,

di chi inganna la realtà,

per combattere la propria identità.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved

Ricca del tuo amore

Leggerezza

Leggere la propria vita,
oltre la vetta infinita,
è il miraggio dei potenti,
vassalli del proprio ego.
Uomo senza tempo,
in viaggio verso la luce,
mai si arrende alle avversità.
Si combatte per vivere,
la propria vita,
non per essere schiavi,
dei suoi desideri.
Il mio viaggio verso la luce,
fonte della mia crescita interiore,
si accompagna alla leggerezza,
dei miei pensieri,
che volano oltre i limiti,
senza concedersi spazzi inopportuni,
vivono delle loro idee,
lottano per i propri valori,
che rendono la mia vita,
leggera come il vento,
che scivola fra le ali,
di chi sfiora le nuvole del cielo,
mentre io calpesto la terra,
su cui cammino,
per raggiungere la pienezza del mio Se.
Quando avrò superato,
la soglia del mio vissuto,
avrò accesso alla mia luce,
viva dei suoi colori,
ricca del tuo amore.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

L’amara verità.

tumblr_lxnglnq9mt1rn6vx8o1_500

Se senti il bisogno di vedermi,

chiudi gli occhi e pensami,

lascia che sia la tua mente,

a vagare fra le nuvole del passato,

io non ti ho mai dimenticato.

Aggiungi i tuoi pensieri,

ai nostri ricordi,

vivi per un attimo un sogno,

non importa se reale o virtuale,

l’importante e crederci, senza illudersi.

Quello che fa male,

non è aprire gli occhi,

ma chiudere le porte dell’anima,

ad una nuova vita che bussa.

Metti da parte la sofferenza,

riempiti d’indulgenza,

chi ama perdona,

lotta, anche quando sa,

che la sconfitta sarà legata,

all’amara verità.

© Copyright 2014 Raffaele Spera. All rights reserved

Un velo di dolore …

994153_500521163360894_1947823189_n

Volo libero sui i miei pensieri,

adagiato sotto le nuvole,

cullato dal vento,

 lascio andare il mio tormento.

Vivo senza credere,

amo senza vivere,

la storia della mia vita,

che sembra infinita.

E’ nel silenzio della penombra,

che si raccolgono i miei pensieri,

prima di volare, sulla carta,

per trasformarsi in parole,

mentre coriandoli di luci,

riempiono i miei occhi.

 Le lascio fluire senza asciugare,

vivere è considerare,

che la vita è fatta si d’amore,

ma coperta da un velo di dolore …

© Copyright 2014 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 27 luglio 2014 at 12:06  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Ha un’altra identità.

Ha un’altra identità.

Viaggio in ascesa,

 l’opposto di una vita,

vagano le mie parole,

per raggiungere il tuo cuore,

mentre i miei baci,

carezzano le tue labbra.

Vivo così questo sogno,

in cui mi appari, come un angelo,

puro del tuo candore,

calda dei tuo umori,

che avidamente, conservo in me.

Vivo nel ricordo, di una notte,

in cui ho scoperto, che le nuvole,

che credevo, il mio tetto,

sono in realtà, il letto,

dove tu, soggiaci e ti riposi,

quando esausta, del piacere dei sensi,

ti lascia andare via,

al gioco più ambito e ricercato,

fra due amanti …

 quello di essersi sfiniti,

dopo essersi compiaciuti.

Un sogno dove vivere,

anche se solo, per un attimo,

un emozione della vita,

vietata dalla realtà,

in cui l’angelo,

 che vive nei miei sogni,

ha un’altra identità.

© Copyright 2013 Raffaele Spera. All rights reserved.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: