La tua vita alla mia

Il tempo mi ha trasformato,

la tua vivacità contagiato,

sentirti vivere e crescere in me

è stata la consacrazione

della mia adorazione.

Nove mesi di attesa,

hanno maturato

la mia rinascita,

il tuo primo vagito

mi ha realizzato mamma,

ma quando ti ho avuto

tra le mie braccia,

avidamente e ansimante

hai cercato le mie mammelle,

per darmi il tuo primo bacio.

Amore la mia prima parola,

sentire il mio nutrimento

fluire nella tua bocca,

mentre le tue dolci labbra

succhiavano generosamente

dal mio capezzolo,

mi ha donato un immenso piacere,

espressione dell’amore

che giorno dopo giorno

univa la tua vita alla mia.

 

Copyright 2018 Raffaele Spera All Rights reserved

 

Annunci

La menzogna è il frutto della viltà

Eterno è il pensiero,

che dimora,

 dove tutto nasce e muore.

Inutile illudersi,

 di nascondere il vero,

seguace del tempo,

irriducibilmente in fermento,

non accetta restrizioni,

vive di rispetto e considerazioni,

si ribella a tutto quello,

che vuole annullarlo.

Ipocrita è chi mente,

illude se stesso,

dimenticando che ogni cosa,

 che nasce muore,

ma il pensiero non è tale,

articolato in parole,

come l’eco rimbomba nel silenzio,

dove è stato relegato,

per giungere a verità.

La menzogna è il frutto della viltà.

 

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved

 

I sentimenti sanno creare

mujer-luna-lluvia

Grido tutto il mio sdegno,

 dove il silenzio,

fa eco con il nulla,

dove ogni parola mi appartiene,

lascio libero i miei sentimenti interiori,

vivo la mia storia,

sulle ali della vita,

esempio di tempo,

 che viaggia verso l’infinito,

oblio di ogni essere che sa.

Viaggia il mio pensiero,

e nessuno mi chiede,

nessuno mi domanda,

ognuno vive la sua identità.

Si giunge spesso,

nella propria vita,

ad un’analisi approfondita,

è il tempo dei ricordi,

dei rimproveri agli errori,

dimenticando che senza,

nessuna verità raggiunge l’innocenza,

vittima prescelta,

 dell’altrui incoerenza.

Spegnersi è la sorte di chi vive,

una sua vita avvolta,

dal mistero della sofferenza,

lecito chiedersi,

doveroso crederci,

a quello che non si ha,

e ciò non significa accettare,

per lottare contro chi non sa amare.

Tutto questo,

 non per riconquistare il perduto,

che lasciamo a chi ha rinunciato,

ma per rinascere e vivere,

quello che la vita ci ha negato,

con qualcuno che sa apprezzare,

quello che i sentimenti sanno creare.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

Una carezza d’amore.

La mia mente si tuffa,

nel fiume dell’oblio,

che la trasporta nel passato,

per un attimo, cerca di nuotare contro corrente,

mentre il passato, la spinge avanti,

verso il presente … la vita.

Io non mi abbandono ai ricordi,

non posso vivere di essi,

ho bisogno d’amore,

non quello fisico ma quello morale.

Una parola “dolce”,

ha il pari effetto di una carezza,

e se pensate, quanto sia piacevole,

dare e ricevere una carezza,

immaginerete la dolcezza di una parola,

quando nasce soave dalle labbra,

dell’amata e vi carezza l’anima,

lasciando fluire sensazioni,

mai conosciute e da sempre agognate.

Forse il segreto della storia di una vita,

non è nelle amare lacrime versate,

guadando contro corrente,

per approdare sulla riva dei ricordi,

ma nelle cose mai ricevute,

quali una semplice parola d’amore.

Amare vuol dire, anche saper parlare,

a chi non può ascoltare le parole

ma legge le azioni,

assaporando in pieno il nettare … dei sentimenti.

L’anima non sa parlare e non può sentire,

ma sa capire ed apprezzare bene,

 i gesti dettati dall’amore.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Il valore della parola … amore.

Vorrei un angolo, dove rilasciare

i miei pensieri, i miei dolori,

una parte di una vita,

inutilmente  spesa,

 a cercare, di riuscire a superare

l’amarezza che ti stringe a se,

ogni volta che apro gli occhi e penso a me.

Vivo per una serenità che riesco a regalare,

a chi non sa amare, a chi non sa capire,

il valore di un sentimento,

che non va confuso, con un banale godimento.

Amare … amare … amare …

questo è l’unico verbo che so coniugare.

Amo la vita, amo la serenità che desidero,

amo la lealtà, la sincerità, i sentimenti.

Amo l’impossibile, illudendomi

che tutto sia ancora possibile.

Nessuno arresterà mai,

 la mia voglia di amare e dare,

perché la mia vita è l’essenza

del crescere, accanto a chi, mi dice si

ma non per una sera o una notte,

non per un tempo o per l’infinito

solo chi di me ha capito,

il valore di un sentimento amaro ma vero,

che amo regalare a chi sa capire

il valore della parola … amore.

© Copyright 2012 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 19 agosto 2012 at 08:44  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: