Pensaci

In compagnia del tuo ricordo

guardo la mia vita,

osservo le mie ultime ferite,

quelle lasciate dalla nostra storia

distrutta da un mio errore.

Inutile parlare davanti all’amore,

lui non giudica ma condanna

in nome della sua purezza.

Riconoscere i propri errori

non evita la durezza dei tormenti

ma rinnovo il mio perdonami.

Se ho agito e non ho riflettuto,

se con te ho perduto

la parte più bella della nostra vita,

vissuta alla ricerca di un sentimento di valore.

Io non cerco attenuanti per le lacrime che ho versato,

per i sogni che ho perduto,

per il mio grido di dolore regalato al vento,

mai vissuto un maggior tormento

ma non avrò pace in eterno,

senza il tuo perdono.

Mi hai umiliato con le tue parole,

insultato con la tua morale,

respinto il mio amore,

immolato questa storia mai vissuta

nella sua piena realtà.

Oggi navigo senza meta in un mare di dolore

non cerco isole per approdare

voglio restare in mezzo al mare

perché i sogni, nessuno me li può rubare

e io non posso smettere di sperare

di ritrovare il mio Amore

qui dove la vita l’ha vista nascere …

il suo mare.

Perdonami per il dolore che ti ho dato,

io non ho smesso un attimo

di rinnegare il mio passato,

vorrei esserti accanto

per asciugare le tue lacrime con un mio bacio

dirti che ho sbagliato ma non era voluto.

Perdonami per quanta sofferenza ti ho provocato,

io non ti ho mai tradito

ho solo sbagliato l’uso delle parole

e se vuoi … pensaci.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Annunci

Eravamo Noi!

Quando ti abbandoni

alle carezze delle lenzuola

mi lasci senza parole.

Lascio il mio sguardo

a rimirare i tuoi confini,

mentre il mio cuore

passa dal trotto al galoppo.

L’amore complice della passione

fa sua questa emozione.

Guardarti mentre riposi

mi ridona il piacere provato

negli abbracci appassionati

dove io e te …

eravamo Noi.

Copyright 2018 Raffaele Spera All Rights reserved

Per vivere di te

Raccolgo di te le parole,

note mai violate,

racchiuse in un colore

che amo da sempre,

un misto tra l’intenso della vita

e l’imbrunire della notte,

ed ogni sera guardo su nel cielo

per raccogliere un tuo pensiero,

sperando di trovare il mio nome

vissuto come una storia

che ha scalfito l’impossibile

per vivere di te.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Ti Amo

 

 

Voglio sfogliarti,

non come le pagine di un libro

ma come i petali di un fiore,

uno alla volta, per giungere al cuore.

Al suo cospetto mi fermerò

e gli dirò …

Se tu sei il profumo che stimola i miei sensi,

l’onda che mi travolge, ogni volta che mi guardi,

il vento che mi carezza,  quando mi volgo al tuo richiamo

sarai senza parole quando ti sussurerò … ti amo

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Amare!

 

Vorrei incontrarti

perché ho qualcosa da dirti,

ho provato a sussurrarlo al vento

ma si è perso in un tormento,

l’ho gridato in un attimo di sgomento

ma dopo un gemito si è spento,

voglio dirtelo guardando

il contorni del tuo viso,

il colore dei tuoi occhi,

ascoltando il suono delle tue parole,

carezzando i limiti delle tue labbra.

Vorrei parlarti di uno strano turbamento

che mi pervade ogni istante

che penso a te.

Io non voglio dargli un nome

voglio goderlo così, senza dannarmi.

Una storia vive di se

quando non siamo alla ricerca

di calore ma solo di tepore

che solo un verbo può dare …

Amare!

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 24 febbraio 2018 at 12:36  Comments (1)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Fino a restare vittima del pentimento

Io non ti vedo, non ti sento

eppure ti leggo dentro di te

non credere sia facile per me,

vago negli anfratti della tua anima,

alla ricerca di parole sopite

ma conservate nel tuo tepore

perché la vita ci ha negato d’amare

ma mai l’amore.

Io rifiuto di credere

 che il nulla sia sorto attorno a me

eppure non vedo che te

ma ogni abbraccio genera vento.

Sei tutto e nulla

sei mia nella mia fantasia

assente nella mia realtà

un dramma senza età.

La vita non mi ha dato tanto

ma con te mi ha privato di quanto

ho sempre desiderato e mai avuto.

Corri da me non temere,

amare si, può far molto male

ma senza questo sentimento

che senso può avere il vivere

se non un continuo diniego

fino a restare vittima del pentimento.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

La vita è una le scelte tante

Mi sono sempre chiesto

cosa significa volare,

oltre i limiti temporali

quando uno spazio senza limiti,

cerca di contenere concetti definiti.

A molti di voi sembrerò un folle

ma non lo sono

pongo solo la definizione di mondo.

Ascolto, chiudo gli occhi e scrivo

le parole non hanno legami

frutto di un nuovo domani,

cercano di respirare,

aromi nuovi …

la vita m’impone di cercare risposte

io invece cerco domande

perché le risposte sono frasi di comodo

che ognuno rincorre

per il suo piacere personale.

Si ama incantarsi,

 trastullandosi con la speranza

io amo mordere la circostanza,

non vivo di fantasia,

giacché ho sempre bandito l’ipocrisia.

. La vita è una le scelte tante!

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Supera il perduto

los-mecanismos-de-adaptacion 

Vado via, scelgo una strada,

che dia un senso alla mia vita,

prima che la scelta sia finita,

non ho rimpianti del perduto,

se non per i germogli lasciati.

Voglio credere che quello che resta,

del mio residuo tempo,

sia tutto da vivere.

Ho diritto ad una nuova occasione,

tradito nei sentimenti,

violato nella sua anima,

offeso nella morale,

 vago senza luce nel buio,

seguo, come sempre,

 la luce dei miei sentimenti,

 sbiaditi ma non avviliti,

si combatte per vivere,

non si giace per sopravvivere.

La realtà è l’immane verità,

contro cui cozza ogni falsità.

La mia vita ama la sensualità,

espressa da poche, nelle parole,

nei gesti e nell’intimità,

dove ha libero spazio la voluttà.

Nessuna fragranza ha la sua essenza,

nessun desiderio, appaga,

chi ama senza pudori,

perché basta la semplicità,

dell’esser sinceri,

 a dare un senso ad ogni storia.

La vita è fatta dal passato,

ma va vissuta nel presente,

senza considerare,

le lacrime amare,

consegnate al mare,

perché la bellezza del vissuto,

supera il perduto.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Io voglio rinascere

9bb458ee40_5342282_med

Volgo lo sguardo,

ove il vento rincorre il tempo,

disperato il sollievo,

cerca la fine del suo tormento.

Ti avvicini ogni giorno di più,

so già che alla fine cederò,

ma sino ad allora combatterò,

non amo questa vita,

che mi ha donato,

solo pochi attimi di serenità,

senza mai capire che morire,

sebbene sia la soluzione di tutto,

è solo un concetto astratto.

Il nulla non può racchiudere il vuoto,

la vita può generare,

il tutto è solo un donare.

Conservo i profumi,

di un fiore che più non ho,

vorrei dirti due parole,

ma nulla cambia,

 se non il mio umore,

guardo nel passato,

ma chiudo ogni volta,

quella porta che mai più,

 ho lasciato aperto.

La verità non è arcana,

ma è l’emblema della sincerità.

Io rincorro questo sogno,

che non faccio mio,

le illusioni le lascio,

a chi crede di vivere,

mentre io voglio rinascere.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Dove amare è stato vivere

francis_selier_photographe_mariage_portrait_nu_naissance-3

Apro gli occhi e guardo il mondo,

questo non è un sogno,

ma solo il bisogno di un’anima,

di gridare il suo dolore,

a chi si nasconde sotto la parola amore.

Vivere senza il sole,

nel silenzio della solitudine,

dove la luce della verità,

tarda a penetrare la realtà,

è frustante per chi gode,

della sua vissuta solarità.

Costretta dalla delusione,

 amareggiata dalla conclusione,

 vittima dell’altrui considerazione,

nascondo il tutto,

 dietro la maschera di un sorriso,

dettato e non voluto,

per non turbare chi ha ragione di amarmi.

Il seme posto nella nuda terra,

al buio e senza sole,

vive il suo tempo,

in attesa di un germoglio,

che lo guiderà verso la luce,

oltre le tenebre,

verso la nuova vita.

Il coraggio sarà la mia forza,

la volontà il motore,

il dolore vissuto,

un monito passato,

perché non sarà facile vivere,

ma lo devo a me stessa,

e a chi ho generato.

La pianura è ampia,

la visione sconfina,

ma il segreto della rinascita,

passa dalle cadute,

dalle sconfitte,

senza giudicare o considerare,

le scelte dettate dalle circostanze,

dove amare è stato vivere.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: