Poesia tua

Voglio lasciar vagare la mente

ingannare i miei pensieri

dimenticare il mio dolore,

così raggiungerò la pace

dove ogni senso tace

e avrò realizzato che per vivere

bisogna abbandonare il passato,

per gustare il presente.

Ascolto il tuo silenzioso dolore

mentre mi leggi sento l’odore

della tua voce,

non scappare, non puoi,

non questa notte che so di seta e tu di follia.

Se solo tu potessi sentirmi,

se solo potessi averti,

tra le mie braccia per un attimo,

darei spazio alla mia follia d’amore

che nasce con te, vive di te e si nutre di te.

Chiudi gli occhi baciami

e nello stesso istante sorridimi.

Sono pronta a sorriderti,

sono pronta a mostrarmi, attraversarti, disegnarti.

Adesso dimentica il buio

perché le mie dita sanno di poesia

poesia tua.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. Annamaria Pollina. All rights reserved.

Annunci

La tua esistenza

 

 

Eccomi a te

immagine diafana di una pausa del tempo,

ascoltami

non mi è facile dirti quello che ho dentro.

Un rio scorrendo diventa un fiume

e nel percorso potrebbe essere una cascata,

oppure un lago ma di certo sarà un fiume

che terminerà nel mare.

Tante persone si specchieranno,

altre si bagneranno,

in molti si disseteranno,

ma pochi capiranno

che quel solco chiamato letto

è il percorso della vita.

Ama ogni attimo della tua esistenza

perché se ti è dato di vivere

è un dono della natura,

madre assoluta della nostra vita

e bruciarlo con pensieri negativi

rende inutile un dono così prezioso.

Ama te stessa prima della tua vita,

perché se ella esiste lo deve a te,

come tu devi alla vita la tua esistenza.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Vissuto in pochi istanti

Lasciami i tuoi ricordi,

rubami una speranza di vita

adesso che è finita.

Ho spento l’ultima luce

che tracciava quel momento

in cui salivo verso il piacere

per donare a te il mio amore

in cambio del tuo godimento.

Vivere è l’esperienza che nessuno può ripetere

perché il vivere è il sogno dei tanti

vissuto in pochi istanti.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

In un gemito d’amore

Aiutami a trovare il paradiso,

so che esiste ma non so dove lo troverò,

seguo una scia di vita

che viene da te,

guardami senza sfiorarmi,

desiderami senza toccarmi,

usa una piuma per carezzarmi,

frena il tuo ardore e lascia che sia il tuo amore

a vivere per te.

So bene che è solo quel momento in cui i sensi,

raggiungono gli apici della galassia del piacere

per poi scemare senza soffrire

ma voglio che il tempo si fermi,

quando si stringeranno le nostre mani,

nell’attimo i cui i nostri corpi si fonderanno

e la gioia si trasformerà

in un unico gemito d’amore.

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

La nostra esistenza

 

Vivere di ricordi

rende la vita malinconica,

aprirsi a nuove realtà,

rende vivi nella nostra età,

riconoscersi è importante,

bandiamo i sogni e le illusioni

se vogliamo conoscere nuovi orizzonti.

L’universo non ha un inizio ed una fine,

lo spazio è senza tempo,

riconosciamo i limiti di una mente,

apprezziamo i sentimenti

e vivremo giammai di tormenti.

Vivere è la strada dove nessuno sa dove porterà,

l’importante non è la meta

ma percorrerla senza la bramosia,

di una conoscenza che sovverta la nostra esistenza.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved.

Un perché senza risposta

 

 

Oggi mi sento autore

e voglio creare l’amore,

cerco l’aurora per carpirne il colore,

che stenderò come base

sulla tela della vita,

nulla sarà mai cancellato,

un sorriso, un pianto,

un vagito ed il primo bacio,

nulla verrà dimenticato

ma tutto può essere modificato.

Il dolore può essere annullato,

dopo che si sarà consumato,

lasciate che ogni istante faccia il suo corso

è la vita che lo chiede

padrona della nostra età,

freno delle nostre ambiguità.

Vivere o sognare

sei tu che cedi alle sue lusinghe

dimenticandoti di ogni dato,

lascia che il tutto sia annullato,

da ogni occasione senza ragione,

da ogni istante vissuto e poi perduto,

sei tu la vita,

sei tu il tuo governo,

nulla è scritto in nessun testamento,

il mondo ti appartiene

se riesci a governare la furia di un cavallo,

la lacerazione di un inganno,

un perché senza risposta.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved

Per me

 

Se hai vogli di sentirmi

non telefonarmi,

ascolta la mia voce,

io sono dentro di te.

Ti basta immaginare

 di abbracciare il mare,

lui non è acqua

che raccoglie e dona la vita

ma l’immenso che è dentro di noi.

Siamo esseri nati per vivere,

il dolore, la sofferenza,

in nome dell’amore.

La solitudine è di chi non ama

 e non di chi ha amato.

L’assenza non è mancanza

ma solo il frutto dell’egoismo,

la vita non è un sogno

ma una realtà da affrontare,

quindi niente lacrime,

non riuscirai mai

ad asciugare l’immenso mare

di vita e amore, che hai in te … per me.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved

Che appartiene a Te

Immagini sfuocate,

lascive volano davanti,

al mio sguardo …

vanno oltre i miei sospiri.

Vivere è bello,

ma dirlo e provarlo,

è l’illusione del mio Ego.

Rinnovo ad ogni risveglio,

il mio meglio,

per trasferire questa mia realtà,

in un mondo senza età.

La vita si conduce,

in pianura, colline, monti,

in attesa della discesa.

Il principio di ogni essere,

 è godere di se stesso,

vivere con il proprio Io,

armonizzare ogni sentimento,

insieme al suo piacimento,

e quello del Se,

la parte più intima,

 che appartiene a Te.

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved

Tutte ancora da vivere

Ora che sono solo,

in compagnia della musica,

su cui scivolano i miei pensieri,

che s’immergono lentamente,

nel mare del piacere.

La luce fioca ha l’aspetto di un velo,

che copre per scoprire,

la tua stupenda sensualità,

allungo la mia mano e raccolgo,

un piccolo icerberg,

che lascio scivolare,

giù verso la tua valle,

per farti conoscere nuove sorti,

dell’amore misto al piacere.

Abbiamo giocato spesso,

con i nostri sensi,

per scoprire il gusto sconosciuto,

perché il monotono,

non ci appaga più.

Amare te è una continua scoperta,

delle vesti di quest’amore,

vissuto in una dimensione,

in cui le parole la fanno da padrone,

mentre si organizza l’azione,

più suadente anche se terminale,

in cui oso violare la tua intimità,

che ogni volta è per me la prima.

Ecco perché amo te … una donna,

che ha in se tante altre donne,

tutte ancora da vivere.

 

 

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved

 

Le primavere della vita

 

Io non gioco con la vita,

seguo i dettami infiniti,

della logica senza limiti,

ma i sentimenti non hanno regole,

sono frutto di tutto quello,

 che abbiamo vissuto e perduto.

Il presente ci rende sereni,

quando lo viviamo come desideriamo,

il futuro ansiosi,

perché vittime dubbiosi.

La certezza va stretta e cercata,

con assoluta fermezza,

perché amare è il solo un modo,

di vivere le primavere della vita.

 

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: