Il nocchiere del tempo.

 

Attendo ogni attimo

di ogni tormento,

ne vivo l’emozione e la passione,

sono indivisibili ma indispensabili.

Ditemi come immaginare

un cielo senza stelle,

un mare senza vita

un alba ed un tramonto senza sole,

è come parlare d’amore

senza anime perdute.

Ogni corolla nasconde un profumo,

ogni fiore ha un suo colore,

ma unico è l’amore.

Io traghetto sentimenti

fra le anime dei naviganti

in questo mare di vita vissuta.

Ecco perché mi hanno definito …

il nocchiere del tempo.

Copyright 2018 RaffaeleSpera.

All Right reserved

Annunci

Eravamo Noi!

Quando ti abbandoni

alle carezze delle lenzuola

mi lasci senza parole.

Lascio il mio sguardo

a rimirare i tuoi confini,

mentre il mio cuore

passa dal trotto al galoppo.

L’amore complice della passione

fa sua questa emozione.

Guardarti mentre riposi

mi ridona il piacere provato

negli abbracci appassionati

dove io e te …

eravamo Noi.

Copyright 2018 Raffaele Spera All Rights reserved

La verità è l’emblema della realtà

 

Lo sguardo mio è da te rapito

anche l’ultima corazza è svanita,

forse il tempo mi è ancora amico,

cosa sai di me cui sei legata,

cosa ti aspetti da chi ti sei innamorata.

Un sogno può diventare realtà

ma perdersi in un sogno

è il bisogno dei tanti

con il coraggio lacerato dalla lealtà.

Tu osi l’impossibile,

ami il probabile,

cerchi attimi di passione,

io voglio vivere con decisione,

siamo contrasti nell’eternità

come saremmo oggi nella realtà.

Vivere per viverci,

essere per esserci,

unica aspirazione

che questa non sia una visione.

Affrontiamo con coraggio,

la sconfitta del presente

essere assente,

non ci rende il piacere di volare,

legati mano nella mano,

da un sogno nato lontano,

verso una certezza all’orizzonte

che il nostro sguardo rincorre,

mentre le mani attirano i corpi,

si abbracciano, si toccano,

si uniscono per dare forma

ad un desiderio,

unico ed assoluto

la verità è l’emblema della realtà.

 

© Copyright 2018 Raffaele Spera. All rights reserved

 

 

 

 

Vivi di te per te

Raccolgo le lacrime del cielo,

piccole gocce di rugiada,

ricche di vita,

liberate da contenitori bianchi,

sospinti dai venti,

ma ricchi di sentimenti.

Colorano la tua pelle,

libera da ogni indumento,

schiava della passione,

frutto di ogni tua azione.

Lasciati andare,

spesso per vivere,

 non bisogna pensare,

perché la ragione,

inibisce attraverso la considerazione.

Questo è la magia del momento,

in cui non esiste un tempo,

ma godi di assoluta libertà,

 lasciati plasmare,

dalle mie carezze,

ricche di nuove evasioni,

in ogni punto proibito,

che incrocerò con il mio dito.

Io sono la tua guida,

non il tuo fine …

vivi di te per te.

© Copyright 2017 Raffaele Spera. All rights reserved.

 

Vostra figlia …

2756226_640px

Apro gli occhi alla vita,

scrivo con il mio pensiero,

il mio domani.

Nell’attesa di dare forma,

ai miei sogni.

ascolto in silenzio,

i rumori che pizzicano i miei sensi.

Il buio mi è amico,

il caldo tepore mi culla,

mentre una voce mi chiama,

 e mi racconta di quello che sarò,

vorrei allungare le mie manine,

toccarla, carezzarla,

e dirle …. grazie per quanto  mi hai donato,

ma non so ancora parlare,

grazie per la dolcezza delle tue parole,

grazie per volermi bene senza conoscermi,

so bene di essere parte di te,

so bene che sono il frutto di un amore,

non di una passione,

tienimi fra le braccia per favore,

non dirmi nulla se a volte tremerò,

per strilla senza senso,

tremerò per movimenti bruschi,

tremerò per la paura di qualcosa,

 che ancora non conosco,

sono un anima vestita di carne,

colorata di rosa,

a cui hai dato un nome,

che mi accompagnerà per tutta la vita,

 come spero, la vostra presenza.

Io non chiedo che una briciola di affetto,

un mix di tenerezze,

una carezza d’amore,

io chiedo gesti oltre le parole,

e datemi il piacere di dirvi grazie,

per questo regalo che ha un lungo percorso.

Tenetemi per mano,

ognuno per la propria metà.

Vostra figlia …

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Un senso ad ogni perché

timori-e-ombre-d-i

Ogni spazio ha il suo tempo,

ogni momento il suo tormento,

ogni vita il suo cerchio,

mentre d’eterno c’è solo il nulla.

Il mistero dei tanti del passato,

che ognuno ha cercato,

e nel suo intimo mai trovato.

Lasciamoci vivere senza chiedere,

senza cercare di sapere,

il perché delle nostre scelte.

Esse stupide o sbagliate,

sono ormai parte,

di noi, dei nostri vissuti.

Il tempo ha una sua definizione,

che piaccia o meno è perfezione.

Lasciamo che i nostri pensieri,

volino via da noi,

siano loro a cercare,

 quello che vogliono sapere …

nulla aggiungerà alla nostra sofferenza.

Si vive dando un senso,

all’esistenza senza penitenza,

alla passione senza condivisione,

all’amore con il dolore,

alla vita che ci lascia,

alla consapevolezza che nasce in noi,

ogni volta che evitiamo,

di porci domande.

Il nostro ego ed il nostro io,

 combattono il nostro se,

al solo scopo di dare,

 un senso ad ogni perché.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Da diritto ad amare

pensiero2[1]

Un cielo grigio d’illusioni,

una vita vissuta,

senza alcuna passione,

mentre cerchi nell’altrui,

la considerazione che di te non hai.

Vivere facendo del divertimento,

il proprio credo,

non giova a nascondere,

il rammarico di un momento perduto,

a quello non vissuto.

Le scelte sono sempre difficili,

 quando si spicca il primo volo,

verso un mondo nuovo,

in cui si regnerà,

nel seno della serenità.

Volano gli uccelli,

le nuvole ed i pensieri,

quando le parole restano,

intrappolate dalla paura,

di considerare la vita una fuga,

senza conoscere mai la verità.

Amate il vostro domani,

anche se a nessuno è dato,

la conoscenza del futuro,

ma solo della strada,

che si violerà,

per accedere alla serenità.

Il sogno non è di chi ama,

la propria immagine,

riflessa su di un gelido specchio,

che altro non mostra,

la maschera del momento.

Ci vuole coraggio,

per vivere i sogni,

perché nulla è certo oltre la vita,

come il primo volo,

 di un giovane uccello,

che per spiccarlo deve vincere,

 la paura del vuoto,

che lo separa dal librarsi,

carezzato dal vento,

scivolando sulle sue ali,

senza alcun tormento …

lo sarà solo, quando avrà compreso,

che ama solo chi riesce a capire,

che osare l’improbabile,

da diritto ad amare.

© Copyright 2016 Raffaele Spera. All rights reserved.

Scavalca i limiti dell’infinito

97ab998a340316e05fd11b6c6a7680e5

Ti ho guardato,

ma neanche mi hai notato,

osservavo i tuoi confini,

con margini ed affini,

mentre viaggiavo con la fantasia.

Io non amo la maschera dell’ipocrisia,

 e se oggi sono accanto a te,

lo devo solo,

 alla verità delle mie parole,

 che hanno saputo,

aprire le porte del tuo cuore.

Quei confini, a me noti e vissuti,

oggi sono più amati,

perché non li percorro con lo sguardo,

ma con l’apice delle mie grazie,

per risvegliare in te,

valori sopiti e mai percepiti.

Amo il nuovo di ogni viaggio,

quando la scoperta ti appartiene,

quando le mie sensazioni sono tue,

quando due corpi,

sono l’idillio delle fonti,

dove l’amarezza e la tristezza,

sono bandite dal nostro talamo,

dall’audacia della passione,

e dal desiderio della nostra attrazione.

Ci basta sfiorarci e la scintilla brilla,

facendo del buio del passato,

un sogno avverato.

Tu sei quel sogno,

e io sono quello che tu agogni.

Vivere un amore,

 non è una avventura,

ma è la storia della vita,

che scavalca i limiti dell’infinito.

© Copyright 2015 Raffaele Spera. All rights reserved.

Sulle ali della libertà

donna20nuda

Voglio carezzare il tuo velluto,

con l’apice delle mie dita,

plasmare con il mio tatto,

il piacere di ogni tuo anfratto.

Soave il tuo gusto,

conturbante il tuo fremere,

ciò che si aspetta con desiderio,

si gode  con passione,

e mai per concessione,

 si vive e si ama condividendo,

ogni turbamento che la vita ci concede.

Ammirare il rosso di un tramonto,

ci porta al mattino di un giorno meno vuoto,

dove gli istanti sono sostituiti da momenti,

dove ogni sguardo ha parole,

che vogliono dire … amore.

Mi hai donato il tuo sorriso,

e ti ho amato in un momento,

mi sono perso nella tua anima,

prima di approdare su quest’isola lontana,

dove il mare carezza i nostri corpi,

liberi da ogni privazione,

danno spazio alla passione,

 di chi ha cercato in ogni momento,

di vivere la sua vita con pause di verità,

fatte da sentimenti senza voluttà.

Voglio declamare  con te,

i comandamenti del piacere.

Il desiderio non opprime …  guida,

un bacio non è mai audace,

la carezza non è un esigenza,

 ma una necessità,

lasciati andare non domandare,

vivi con me questi attimi di vita,

domani questa storia,

potrebbe essere già finita,

godere è un piacere,

quanto il vivere in armonia,

con la propria identità.

Tu sei la mia creta,

e dal nulla voglio creare con te,

la donna della mia verità.

Amare te è una mia esigenza,

viverti è l’assoluta certezza,

nulla può frenare quest’ amore,

 che vuole nascere e vivere ,

sulle ali della libertà.

© Copyright 2015 Raffaele Spera. All rights reserved.

Ogni suo momento.

818101

La tua pelle umida,

sfiorata dalle mie labbra,

i tuoi teneri sospiri,

rubati dai miei baci,

mentre si fa strada sulla pelle,

la nostra voglia di amare.

Io e te legati e fasciati,

dalle tiepide acque,

che scivolano sulle nostre membra,

mentre ognuna delle nostre bocche,

 vince l’audacia del momento,

rendendo un puro godimento,

quest’attimo di passione.

Ci amiamo così,

per scelta e condivisione,

l’amore non ha un luogo,

non ha un tempo,

ha solo voglia di vivere,

 ogni suo momento.

© Copyright 2014 Raffaele Spera. All rights reserved.

Published in: on 2 agosto 2014 at 17:33  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: